Il Progetto Samothrace, guidato dall’Università degli Studi di Catania come Proponente principale (PROPOSER), è composto da 25 membri fra soggetti pubblici (Università e Centri di Ricerca) e operatori economici privati (in prevalenza aziende IT).

Samothrace è finanziato mediante il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), Missione 4, Componente 2 Investimento 1.5 (promosso dall’Unione Europea – NextGenerationEU), per il potenziamento delle strutture di ricerca e creazione di “ecosistemi dell’innovazione” di R&S, costituzione di “Leader territoriali in R&S”. È iniziato a fine 2022 e durerà 3 anni.

L’Ecosistema per l’Innovazione SAMOTHRACE ha l’ambizione di far leva sulla consolidata vocazione del territorio siciliano nell’ambito della microelettronica e delle micro e nano tecnologie per portarle ad un più alto livello di diffusione che possa avere un impatto significativo e tangibile sullo scenario industriale sia del contesto regionale, che dell’intera società. L’intero insieme di attività si sviluppa negli ambiti delle micro e nano tecnologie, microelettronica, materiali, microsistemi e dispositivi, cumulando metodologie e applicazioni verso sei grandi aree quali: energia, salute, mobilità intelligente, ambiente, patrimonio culturale e agricoltura smart. L’ambizione di Samothrace sarà quella di avere un impatto che va ben oltre il solo perimetro industriale.
SAMOTHRACE si concentra principalmente sulla sfida globale della Commissione europea “Digitale, industria e spazio”, ma affronta anche altre sfide come “Salute”, “Energia e mobilità”, “Agricoltura e ambiente”.

Nel progetto svolgiamo attività riguardanti l’elaborazione e valorizzazione dei dati attraverso le tecniche di Intelligenza Artificiale e Machine Learning. Le informazioni generate grazie alle nanotecnologie impiegate, integrate con ulteriori sorgenti di informazioni, saranno processate lungo l’intera Data Value Chain che, a partire dall’accesso ai dati grezzi e alla loro elaborazione, porta alla generazione di nuova conoscenza a supporto della ricerca e la creazione di servizi territoriali innovativi. Le attività di ricerca sfrutteranno le moderne tecnologie di Intelligenza Artificiale, quali Deep Learning, Augmented Analytics, Self-Supervised Learning, Transfer Learning, Computer Vision, integrandosi con le tecnologie IoT e blockchain.

I risultati attesi del progetto da parte nostra sono la trasformazione e interpretazione – mediante l’AI – dei dati provenienti dallo sviluppo di nuove micro e nano tecnologie, integrando il nostro expertise all’interno del gruppo di lavoro focalizzato sulle tecnologie software (Spoke 7), la struttura di progetto guidata da Meridionale Impianti e composta da aziende IT innovative, focalizzato sul livello software degli obiettivi di progetto.

Le attività di Topnetwork e dello Spoke nel suo complesso sono incentrate sullo sviluppo e sull’integrazione di tecnologie e funzionalità innovative il cui obiettivo ultimo è una maggiore sostenibilità ambientale nei 4 Obiettivi Realizzativi (Work Package, di seguito WP) in cui Topnetwork è coinvolta:

  • Il WP GRES ha come obiettivo la realizzazione di una piattaforma IoT per il collecting dei dati provenienti da impianti rinnovabili;
  • Il WP SOLUM consiste nella realizzazione dei modelli di AI integrati per la gestione delle smart city;
  • Il WP SEFORE prevede la realizzazione di una piattaforma integrata finalizzata alla prevenzione e allerta sui rischi ambientali, nello specifico incendi;
  • Il WP SAFIND prevede la realizzazione di una piattaforma innovativa per migliorare la sicurezza sul lavoro basata su tecnologie 4.0 all’interno di laboratori di produzione industriale o ambienti strutturati ad alto rischio per la sicurezza.